.
Annunci online

Talk_About_the_passion


MUSICA CHE ASCOLTO...


11 giugno 2007

ossigeno

Ho iniziato ad ascoltare gli Afterhours quasi per caso, tempo fa. E' un amore che è maturato lentamente, fino ad arrivare al punto di non poter far a meno della loro musica, dei loro concerti.

sabato sera, Casa139, milano. Manuel dice "questo non sarà un concerto degli afterhours, o venite voi sul palco a cantare, o vi spacchiamo i coglioni con cover da 7 minuti l'una".
risate. sta scherzando. partono con la vedova bianca. si si, sta scherzando, è un concerto normale. la sottile linea bianca. alla Casa il clima è "familiare", io sono a due millimetri dal palco, scatto fotografie.
finchè, dopo la seconda canzone, non iniziano a invitare qualcuno a salire a cantare.
nessuno.
partono le cover, e dopo qualche canzone, finalmente due ragazzi salgono a suonare varanasy baby. altri due ragazzi vanno a cantare, è divertente vederli impacciati sul palco. intanto il coraggio inizia a farsi sentire anche dentro di me, e no, manuel non stava scherzando. "quando mi ricapita" è il mio pensiero fisso. proprio io, si, timida ed introversa, ma con una gran voglia di cogliere le occasioni al volo.
alzo la mano in un gesto spontaneo.
e mentre lo faccio me ne sto gia pentendo. agli afterhours dico solo "ossigeno", salgo sul palco, di fianco a manuel. abbasso il microfono.
mi minore.

dopodichè, non so nemmeno bene cosa sia successo. parte manuel con la schitarrata iniziale di quella che è una delle mie canzoni preferite. di quelle che quando la fanno loro dal vivo vorrei che non finisse mai. il volume della chitarra è a mille, e quell'intro che conosco tanto bene mi entra nello stomaco, me lo divora. io lo guardo esterrefatta come se non avessi mai sentito una chitarra elettrica. è la sua chitarra, quella rossiccia, che ho sempre visto da lontano.
ovviamente sbaglio a entrare, come del resto mi succede quando canticchio la canzone in macchina. ma chissenefrega. finalmente posso partire con la canzone, il pubblico è solidale, cantano, sorridono, fanno il tifo per me. e l'emozione sparisce, e subentra solo la voglia di cantare tutti insieme.
è una grande famiglia, alla casa139, ed è stato meraviglioso esserci, avere la conferma che gli afterhours non se la tirino, ho in mente manuel che mi schitarra addosso e a fine canzone mi bacia sulle guance ed è divertito, la gente che ride del mio coraggio, inaspettato, le ragazze di fianco a me che quando sono scesa mi hanno fatto le feste.
non credo me lo dimenticherò facilmente.
e poi ancora, la serata continua, con altri coraggiosi sul palco a steccare come me, perchè la figura di merda è assicurata, ma basta non prendersi sul serio.
gli after vanno avanti fino alle 3 di notte. tra cover, cazzate, risate, finchè alla fine parte il violino di Non è per sempre, questa volta però è Manuel a cantare. la gente si abbraccia, si commuove, balla, canta, perchè sono parole speciali per ognuno di noi. è finito il concerto e si sente solo felicità nell'aria. mentre guido ho un sorriso enorme stampato in faccia, perchè per la prima volta nella mia vita sono stata al centro dell'attenzione senza sentirmi a disagio.


se lo volete, QUI trovate un po' di foto....




permalink | inviato da Talk_About_the_passion il 11/6/2007 alle 14:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


24 novembre 2005

14 anni fa






Sometimes I get to feelin'
I was back in the old days long ago
When we were kids, when we were young
Things seemed so perfect you know?
The days were endless,
we were crazy we were young
The sun was always shinin'we just lived for fun
Sometimes it seems like lately - I just don't know
The rest of my life's been - just a show.
Those were the days of our lives
The bad things in life were so few
Those days are all gone now but one thing is true
When I look and I find I still love you.
You can't turn back the clock,
you can't turn back the tide
Ain't that a shame?
I'd like to go back one time
on a roller coaster ride
When life was just a game
No use sitting and thinkin'on what you did
When you can lay back and enjoy it through your kids
Sometimes it seems like lately I just don't know
Better sit back and go with the flow
Cos these are the days of our lives
They've flown in the swiftness of time
These days are all gone now but some things remain
When I look and I find no change
Those were the days of our lives yeah
The bad things in life were so few
Those days are all gone now but one thing's still true
When I look and I find, I still love you,
I still love you.



ciao freddie




permalink | inviato da il 24/11/2005 alle 21:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


1 giugno 2005

catena musicale

Presa dal blog di annina :)

Peso dei files musicali nel mio disco esterno:

20 Gb (troppo pochiii)



L'ultimo CD che ho comprato:

Mah... è passato un po' di tempo.... :-P ultimamente ho comprato un 33 giri live di lou reed, mentre per quanto riguarda i cd l'ultimo che ho preso dev'essere around the sun dei rem



Canzone che sto ascoltando ora:

Quello che non c'è - afterhours



Cinque canzoni che ascolto spesso:

Strange currencies - rem

Pet life saver - giardini di mirò

The band - mando diao

karma police - radiohead

quello che non c'è - afterhours



Cinque persone a cui passo il testimone:

marco, daniele, isa, chiara...




permalink | inviato da il 1/6/2005 alle 16:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia     novembre       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
R.E.M.
L'OBOE
MY WORLD
MUSICA CHE ASCOLTO...
CONCERTI
TESTI/TRADUZIONI
FILM
LIBRI/RACCONTI

VAI A VEDERE

LA MIA MUSICA
-Radiohead
-Italian rem friends
-Velvet Underground
-Il sito ufficiale della mia piu grande passione
-Elio
-Smashing
MERAVIGLIOSI AMICI
-May
-GiGi
-Distepolo
-Donza
-Chiara
-Ale
-Bittersweet Blog
-Il blog del profeta Daniele
-Il circolo
-Pop Kills Your Soul
-DAYSLEEPERS: a forum about music
BLOG CHE VISITO ASSIDUAMENTE, NONCHE' AMICI VIRTUALI
-Elio
-Fk's blog
-Rubbish
-Haldir
-Jack
-Vocedelsud
-Reader
-Irlanda
-argentoamaro
-Rainking
-BEPPE GRILLO
-GiuliaSalis
-Fabulous destin
-Arianna


allora danzavamo lungo le strade leggeri come piume, e io arrancavo loro appresso come ho fatto tutta la mia vita con la gente che m’interessa, perché per me l’unica gente possibile sono i pazzi, quelli che sono pazzi di vita, pazzi per parlare, pazzi per essere salvati, vogliosi di ogni cosa allo stesso tempo, quelli che mai sbadigliano e dicono un luogo comune, ma bruciano, bruciano, bruciano come favolosi fuochi artificiali .......



 onl
ine

CERCA